Film- recensioni

Educazione Siberiana - il film

lunedì, marzo 11, 2013Daniela M

Sabato sera io e la mia dolce metà abbiamo deciso di buttarci al cinema :-) nella splendida cornice del Porto Antico abbiamo scelto di vedere il film "Educazione Siberiana"dal regista candidato premio Oscar Gabriele Salvatores.

Sono rimasta piacevolmente soddisfatta,
Il film mi è piaciuto molto, non mi ha annoiato neanche un secondo e mi ha affascinato sempre più, minuto dopo minuto.

La trama

Il film vede la crescita di due amici, Kolima e Gagarin, nati a Fiume Basso in una fredda regione della Siberia, entrambi appartenenti ad un clan criminale, e la descrive all'interno delle regole d'onore e di comportamento del clan di cui fanno parte : i siberiani.



Questi "criminali" onesti hanno regole ben precise : esiliati da parecchi anni in una delle regioni più remote della Russia, devono avere rispetto di tutti ad eccezione dei poliziotti, del denaro, delle banche e degli usurai.

Come dice il nonno Kuzya,



che definirei narratore dell'intera storia, in quanto guida spirituale del nipote Kolima attraverso la spiegazione delle regole del codice d'onore, il denaro è una cosa sporca e come tale, seppur rubato, non è degno di stare in casa e va seppellito fuori dalle abitazioni, la droga non è ammessa ed inoltre bisogna avere rispetto per le persone diversamente normali, definendoli "voluti da dio".

Lo scenario politico che fa da sfondo ala vicenda è estremamente articolato, si parla degli anni pre e post caduta del muro di Berlino.

I due ragazzi crescono,


vengono dotati di una picca ( per chi non lo sapesse si tratta di un'arma bianca costituita da una punta metallica di varie forme e fogge montata su un asta di legno) personale per difendersi e uccidere se necessario.




 Mentre Kolima si afferma come giovane pieno di valori, non si può dire lo stesso di Gagarin, il quale diventa un mercenario del denaro, e proprio per esso si vende a clan rivali, alla droga e allo stupro di Xenia, una "voluta da dio".

I due si allontanano.

Si rincontreranno solo parecchi anni più tardi per una resa dei conti, lo stupro di Xenia non è mai stato perdonato da Kolima.

La picca di Gagarin viene finalmente spezzata, la lama lasciata nel taschino del defunto e l'asta in quella di Kolima in modo che le loro anime possano rincontrarsi nell'aldilà.
Quest'ultimo, terminato il suo compito,
( addirittura si era arruolato nell'esercito per ritrovarlo ed ucciderlo ), può finalmente cambiare il corso degli eventi, iniziare un nuovo capitolo della sua vita, a partire dalla città di Mosca.

Conclusioni

Trovo sia un film profondo,  al di là della trama ci sono parecchi significati nascosti.

Viene esaltata l'importanza del senso di appartenenza ad un gruppo ed il rispetto dei valori, le persone all'interno del clan sono come una grande famiglia allargata e si aiutano l'uno con l'altro.
Anche se "criminali" queste persone hanno come nemici il denaro e le persone in divisa, le autorità, ma nutrono un gran rispetto per le cose semplici e le persone diverse, i cosiddetti "voluti da dio".

Non siamo quindi di fronte alla classica figura di criminale spregevole, anzi, la prospettiva viene ribaltata per metà e qui sembra un po' di tornare al vecchio Robin Hood, che rubava ai ricchi per dare ai poveri.

Il senso di appartenenza è il collante del film e chi trasgredisce le regole non è degno di farne parte e deve esser ucciso.
Con l'evolversi delle vicende politiche la società cambia, i valori no.

Trovo sia davvero interessante come film,
 indicato al periodo che stiamo attraversando,

" periodo caratterizzato da perdita incontrollata di valori e dignità,
 supremazia dell'individuo versus collettività" .


"Educazione Siberiana" dà ottimi spunti di riflessione sulla società moderna.
















You Might Also Like

10 commenti

  1. Non ho letto il libro da cui è tratto, ma il film mi attira. E poi vedo che c'è John Malkovich!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. neanch'io avevo letto il libro, e a sentire pareri meglio così perchè sennò non ti soddisfa come probabilmente ha soddisfatto me. E' davvero bello!!

      Elimina
  2. Anch'io nn ho letto il libro da cui è tratto il film, e grazie alla tua recensione andrò a vederlo grazie;-)...

    RispondiElimina
  3. Sono contente di esserti stata utile :-)!!

    RispondiElimina
  4. Ho il libro ma non l'ho ancora letto, ho visto il trailer e mi ispirava .. poi una mia collega è andata al cinema e ha visto il trailer prima del suo spettacolo e il mattino dopo mi ha detto subito "quel film è fatto per te".
    Mi sa che mi toccherà andarlo a vedere :)

    RispondiElimina
  5. A me è piaciuto tantissimo!
    Anche la fotografia, le riprese. Tutto.
    Molto profondo.
    Ciao!
    http://hiddenmusichides.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Un film che a me è piaciuto molto :) un ottima recensione!
    Ti seguo con piacere
    Federico
    lavaligiasottosopra.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio :) mi fa piacere che ti sia piaciuta:) Passo dal tuo blog:)

      Elimina

:) Grazie per aver commentato! Rispondo sempre con piacere :)

Popular Posts

Follow by Email

Instagram