America consigli di viaggio

Chichen itza - #Messico

giovedì, febbraio 27, 2014Daniela M


Il Messico non è conosciuto solo per le sue spiagge stupende, ma anche per le rovine dei suoi complessi archeologici, testimoni e memoria della ricchezza dei suoi popoli : Maya e Toltechi.

Proprio per questo ricordo con piacere immenso la giornata passata a Chichen Itza.

Sveglia presto e partenza in pullman per spostarsi dallo Stato di Quinta Roo dove eravamo atterrati e alloggiavamo a quello dello Yucatan per addentrarci dall'asfalto delle routes costiere alle strade sterrate dell'interno.
Durante il viaggio scopriamo che in Messico esiste una strana tassa di circolazione che prevede il cambio targa per ogni mezzo una volta all'anno, e la nostra guida con sarcasmo si stupisce che questo"business" non sia ancora approdato in Italia ( ci manca !! ).

Sopra di noi un cielo stupendo, il sole caldo e forte su di noi.

La nostra guida locale, un simpaticissimo uomo Maya ci conduce all'interno del sito e già per me camminare nella foresta tropicale è stato un sogno che prendeva realtà.

E' inspiegabile quanto il "profumo" di quella natura, i suoni della fauna che li popola siano un ricordo vivido nella mia mente.

La storia dei popoli del Centro-America mi ha sempre appassionato, così ho seguito con piacere le spiegazioni del nostro "mentore".

Appena superato il sentiero di ingresso, si apre una grande radura.
Ecco che davanti a noi si erge maestosa, quasi finta, dipinta da un'artista la Piramide di Chichen Itza.



La folla che si accalca davanti per le fotografie di rito è tanta. 
Appena vanno via tutti riesco a rubare questo scatto, libero e incantevole.

Quando sfoglio le foto del mio viaggio in Messico rimango sempre "strabiliata", non mi sembra vero di aver visitato quei luoghi da sogno.

Come saprete bene, visto il business pubblicitario in voga nel 2012 per la presunta fine del mondo, i Maya erano un popolo molto legato agli astri e al senso del tempo . 
Tuttavia nel loro articolato calendario questo termine, non prevedeva la fine del mondo, bensì l'inizio di un nuovo ciclo.

La piramide, simbolo di Chichen Itza e del Messico storico, è alta 25/30 metri e si presenta strutturalmente con quattro gradinate per 365 gradini totali corrispondenti ai giorni del calendario.

E' stata costruita in onore della divinità Kukulcan, il dio uccello/serpente-piumato che aveva insegnato ai Maya l'arte della medicina, dell'agricoltura e il senso di civiltà.
La leggenda Maya è sempre stata avvolta da mistero e le interpretazioni sono le più diverse. 
Ad ogni modo parrebbe che dopo un breve periodo in cui è rimasto sulla Terra, la divinità sia scomparsa con la promessa di un suo ritorno.
Si dice i Maya credettero che l’arrivo dei colonizzatori europei fosse la seconda venuta di Kukulcan, identificando nell'uomo bianco, alto, con capelli e occhi chiari quella divinità  che con esso portò la scomparsa della civiltà stessa.

Non può esser scalata come invece viene fatto per altre ( ad esempio la Piramide di Cobà ), anche se probabilmente per preservarle a breve sarà vietato anche nelle altre.

Suggestivo : 
se si battono le mani ritmicamente davanti alla struttura si viene a creare un'eco particolare che dalla piramide si espande nell'area come il suono impetuoso di un uccello.

Quasi da far perdere l'orientamento.

Mi hanno spiegato che in occasione del 21 marzo e del 21 settembre (equinozio di primavera e autunno) il sole, illuminando la piramide, forma un'ombra dalle sembianze di serpente.

Vi consiglio di visitare il sito in prima mattina o nel tardo pomeriggio per poter godere appieno dei colori ambrati del cielo, uniti al calore della pietra e della natura.





Tutto è davvero carico di storia, qui le pareti vorrebbero parlare, urlare per spiegare i segreti di questa civiltà.



Il nostro viaggio alla scoperta di Chichen Itza prosegue nei prossimi post ..





"Le leggende e i misteri hanno sempre accompagnato l'uomo nel suo cammino sulla terra. Se si tramandano di generazione in generazione è segno che hanno avuto qualche testimone." 
(R. Battaglia, "Un cuore pulito")

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Prosegui il viaggio in Messico leggendo :


You Might Also Like

27 commenti

  1. E' una delle mete principali che mi sono appuntato da sempre, ma Maya a parte, voglio godermi anche il lato western oltre che quello culinario :D

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahaha sarai un Moz' sceriffo allora :)

      Elimina
  2. wow che sogno.. mi piacerebbe tantissimo andarci!

    RispondiElimina
  3. Anche a me piacerebbe andarci, è un paese con una cultura ed una storia molto affascinanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era uno dei miei luoghi da sogno :) dopo esserci stata le aspettative decisamente le ha confermate tutte..

      Elimina
  4. Cara dm sono capitato qui leggendo l'intervista di Moz. Bel blog, sicuramente tornerò a farti visita! Ciao, a presto (nuovo lettore)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Andrea! Benvenuto :) grazie dei complimenti!

      Elimina
  5. sono stato circa 9 anni fa e all'epoca si poteva salire ancora in cima, un'esperienza bellissima e un posto magnifico! belle foto complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. penso sia suggestivo, da lassù puoi ammirare tutta l'area da sopra la foresta tropicale. Fantastico!

      Elimina
  6. Bellissima meta :) la cultura Maya mi ha sempre affascinato!
    Un viaggio che prima o poi farò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che voglia di tornarci e visitare altri luoghi :) purtroppo il tempo è sempre quello che è :)

      Elimina
  7. Dimmi se questo non è un sogno!
    Amo!

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo è, un bel sogno ad occhi aperti !! :)

      Elimina
  8. Succede anche a me di riguardare le foto e pensare "Ci sono stata davvero??". E' una bellissima sensazione. E' come aver vissuto un sogno, invece è reale.
    Bellissime foto, e bellissimo viaggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con i tuoi super viaggi in Oriente chissà quante volte lo avrai pensato :) eh si, è una sensazione di "surrealtà".. dopo aver visto certe immagini nei libri o nei documentari trovarli di fronte .. è "strano".

      Elimina
  9. Ho avuto la fortuna di andarci anch'io e non mi sembra vero!!! Le foto sono splendide!!! W il Messico ! Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheh:) siamo in perfetto accordo!

      Elimina
  10. Sono davvero felice aver letto che il CentroAmerica ti ha sempre aappassionato. Io ne sono stata rapita da diversi anni, capisco molto bene quando parli di profumi suoni della foresta tropicale, sono ricordi indimenticabili.
    Forse hai letto qualcosa relativamente al Nicaragua dal mio blog , la storia degli indios è molto interessante ed affascinante e stando sul posto si scopre la storia nei minimi particolari proprio dalla bocca dei locali.
    Un carissimo saluto e buon proseguimento racconto viaggio......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ho ancora avuto modi di leggere ma ci andrò di sicuro :) deve esser molto interessante!!

      Elimina
  11. Risposte
    1. sure :) it's a real paradise! Welcome to my blog :)

      Elimina
  12. Amo viaggiare, ti seguo con piacere... ti ho scoperto grazie all'iniziativa di Kreattiva.
    Se ti va passa da me http://happyhaul.blogspot.it/
    Federica

    RispondiElimina
  13. Ciao Daniela, ci sei arrivata in fai da te? è facile coi bus? ci si arriva da Merida, giusto? Grazie mille!

    RispondiElimina

:) Grazie per aver commentato! Rispondo sempre con piacere :)

Etichette

Viaggi consigli di viaggio Italia Genova Liguria riflessioni Europa viaggi con bambini viaggiare idea-weekend food Germania attualità idea weekend Berlino Diari di Viaggio Hotel Riviera Romagnola Calabria Francia Life Spagna Racconti di viaggio Alluvione Genova Amsterdam Dublino Irlanda Messico Olanda Sicilia Veneto mare rollidays #italiantreasures Acquario di Genova America I vostri racconti di viaggio Mercatini di Natale Scozia Trentino recensioni ristoranti viaggio #ITBMRoma Birreria Budapest Capodanno Comunicazione Edimburgo Emilia-Romagna Fuerteventura Parigi Ungheria dove mangiare a Genova idea-regalo interviste sardegna sostenibilità #bimforkids #invasionidigitali #mercatinocanale #mercatinorango #vadoaviverea Africa Bellaria Igea Marina Canarie Isola d'Elba Lavoro Libri Lisbona Londra Piemonte Portogallo Roma Socialità.entusiasmo Svizzera TAXI GENOVA Toscana assicurazioni di viaggio camillalamiamicia montagna ricordi di viaggio travelbloggersmeeting #gardatrentino Asia Borgo san Giuliano Claviere Corralejo Costa Rica Cracovia Croazia Dachau Djerba Egitto Fabbrica di cioccolato Finale Ligure Glasgow Highlands Ibiza Imperia Kenya Lazio Malosco Marche Maremma Montgenevre Nord Europa Normandia Nuova Zelanda Oceania Oktoberfest Genova Polonia Portofino Praga Prato Nevoso Puglia Repubblica Ceca Riviera Maya Salento Salone Nautico Internazionale di Genova Sharm el Sheik Slow Fish Tulum Tunisia UK Viaggi da sogno Zaanse Schans babywearing crociera essere studenti-lavoratori fiordi i "vostri" viaggi in Scozia i vostri racconti di viaggio in India lifestyle macchine fotografiche mobilità e trasporti rolliambassador

Follow by Email

Instagram