Budapest consigli di viaggio

Le terme di #Budapest

venerdì, febbraio 03, 2017Daniela M

Questa giornata uggiosa e fredda mi riporta con la mente al mio breve, fugace ed intenso viaggio a Budapest.

Precisamente nata come romantica fuga invernale che regalai al mio compagno, amante delle terme e di tutto ciò che è RELAX allo stato puro.

Perciò, nulla di meglio di Budapest come scelta, no?:-)


La prima impressione che ho avuto appena atterrata dall’aereo è stata quella di esser giunta in una realtà molto arretrata rispetto all’Italia.

Tanti capannoni industriali che si susseguono lungo la strada che dall’aeroporto porta al centro città, treni e pullman come i nostri di almeno quindici anni fa, auto in giro parecchio datate.. insomma, mi è sembrata una realtà di minor benessere rispetto al nostro paese e probabilmente anche per questo la vita costa molto meno.

La stessa impressione l’ho avuta a Berlino Est, dove traspare l’influenza sovietica.

Più ci si avvicina al centro campi e capannoni lasciano spazio all’architettura magiara, ed arrivando al crepuscolo Budapest si illumina di mille luci e si anima di vita.

Perché è una capitale giovane e dinamica.

Vanta un ottimo turismo e tanto divertimento.

L’abbiamo potuto riscontrare durante la serata trascorsa al Szimpla Kert, il più famoso e grande dei ruin pubs di Budapest.

  
COME MUOVERSI A BUDAPEST ?

Noi abbiamo girato a piedi senza problemi, si gira bene e senza pericoli, mi è parsa una città abbastanza sicura nell’insieme, magari evitate le vie troppo buie e defilate.

Tuttavia se avete in programma qualche giorno in più del semplice weekend optate per la Budapest Card
acquistabile all’aeroporto o in tutti i punti turistici della città, il cui costo varia dai 15€ ai 32€ circa ( 4.900Fh – 9.900Fh ) con durata 24, 48 o 72 ore.

Ma torniamo a noi.
Budapest è una città continentale e gode di un clima rigido d’inverno e molto caldo d’estate.
Noi, ovviamente, non potevamo farci mancare anche la pioggia.. e giuro, dopo quella corsa  folle senza ombrello sul ponte Szabadsag Hid, una giornata alle terme ce la siamo proprio meritati.

I principali stabilimenti termali della città sono questi : 

Bagni Király, la cui costruzione è iniziata nel 1565, in pieno periodo turco.
  Questi bagni sono aperti ad entrambe i sessi ma rigorosamente in giorni differenti.

Bagni Rudas, presentano le caratteristiche distintive del periodo turco, ovvero la cupola e la piscina a pianta ottagonale.
Il loro vantaggio è quello di trovarsi in una posizione centralissima della città, in un lembo di terra compreso tra il Gellért Hill e il Danubio.
Sono noti al pubblico cinematografico poiché sono stati usati nel 1988 come luogo per il film Red Hat, con Arnold Schwarzenegger e James Belushi.


     - Bagni Gellért, molto più recenti, edificati nel 1918. Nel 1927 e poi nel 1934 sono state apportate delle migliorie.
Il suo stile sublime (Art Nouveau), i suoi mosaici colorati, le colonne di marmo, le vetrate e le numerose statue, contribuiscono a rendere questa struttura una delle più belle dell’intera città.

Terme Lukács, ossia le Terme di San Luca, erano già in uso nel medioevo: le loro origini risalgono infatti al XII secolo quando vennero costruite le terme accanto ai monasteri per curare le persone malate.
Sono situate vicino all’isola Margherita.

Bagni Széchenyi, uno dei più imponenti complessi termali d’Europa, possono vantare anche tre piscine all'aperto aperte tutto l'anno.
Sono tra i più importanti della città e si trovano nel cuore del parco Városliget, vicino ad Hosök tere, la famosa Piazza degli Eroi.
Lo stabilimento prende il nome dal conte ungherese István Széchenyi, scrittore, teorico e politico, considerato uno dei più grandi statisti del paese.

Con una così vasta scelta quale stabilimento scegliere durante il soggiorno non è facile!

Eravamo indecisi tra le più “turistiche” per chi arriva dall’estero, ovvero le Széchenyi o le Gellért, ed alla fine abbiamo optato per queste ultime.


STABILIMENTO TERMALE GELLERT

Il Bagno Termale Gellert e l'Albergo sono stati costruiti durante i decenni precedenti ed hanno aperto i battenti nel 1918.
Durante il loro funzionamento secolare sono stati allargati e rinnovati parecchie volte.
Al loro interno uniscono tradizione ed innovazione.



All'interno, nel corpo centrale vi è una vasca grande a idromassaggi di 27 gradi con 246 metri quadrati di superficie d'acqua ed una vasca più piccola termale di 36 gradi dove è possibile sedersi. 
E’ quella in cui sono stata di più :D.
Lateralmente si snodano altre 8 vasche termali con acqua di temperatura tra i 21 ed i 40 gradi.
Alcune davvero ustionanti, giuro!


Nella parte esterna vi è una vasca ad onde di 26 gradi con una superficie di 500 metri quadrati che era chiusa quando ci siamo stati noi ed una vasca a idrogetti ed idromassaggi di 36 gradi con una superficie d'acqua di 94 metri quadrati.
A parte il freddo per arrivare alla vasca esterna, 
la sensazione è davvero gradevole, fuori freddo e noi al caldo della piscina.
Da provare! 
Se ci fosse stata la neve sarebbe stato ancor più suggestivo.


 Il biglietto d'ingresso per le terme Gellert costa 5100-5700 fiorini (a seconda dei giorni della settimana ) per l'intera giornata con l'uso degli armadi ( ricordatevi i lucchetti ).

Sono a disposizione abbonamenti e biglietti scontati per comitive. 
Fino all'età di 2 anni l'ingresso è gratuito.

Anche i prezzi dei massaggi sono competitivi :
  • Massaggio con Aromi (20 minuti) - 5500 HUF
  • Massaggio con Aromi (50 minuti) - 11000 HUF
Noi abbiamo fatto un massaggio di coppia rilassante, una libidine posso assicurarvelo!
Per chi fosse interessato si può soggiornare direttamente all'Hotel Gellert.

COSA VEDERE A BUDAPEST

Oltre alle terme di cui abbiamo parlato ampiamente, le cose da fare nella capitale ungherese sono molte.

Una volta usciti ci siamo incamminati a piedi, estremamente rilassati, 
verso la principale via dello shopping di Budapest : Vaci Utca
una lunga via pedonale che corre a fianco al Danubio, sinuosa ed elegante, dove potrete trovare negozi e ristoranti di ogni tipo.

Partendo dalle terme Gellert, per arrivarci,
 camminerete lungo il DANUBIO e spostandovi da Buda a Pest avrete la possibilità, 
se avete tempo, di visitare la bellissima area della Citadella di Budapest e del Bastione dei Pescatori, ottimi punti panoramici della città.

Attraversando il famoso Ponte delle Catene
arriverete sulla riva destra del Danubio e qui potrete ammirare il simbolo della città, 
il Parlamento.

Da qui proseguendo si potrà osservare e commemorare la famosa Passeggiata delle Scarpe, a ricordo degli ebrei uccisi durante l’Olocausto.

Insomma,
rilassante, giovane ed economica..

Budapest è la città ideale per il vostro romantico weekend, anzi, se siete alla ricerca di un’idea per San Valentino low-cost in una capitale europea, la capitale ungherese fa proprio al caso vostro J

In questo post vi elenco 5 buoni motivi per andare a Budapest, leggetelo se avete tempo ;-)

You Might Also Like

2 commenti

  1. Budapest è nel mio borsino dei viaggi da non so quanto... ma ancora non ci sono stata!! sigh! ho sognato un po' con le tue parole e immagini, grazie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai dai forza :) Con voli della WizAir si arriva spendendo pochissimo :) Segnatela in agenda e appena riesci, vacci, non c'è nulla di meglio che coronare un sogno <3 Ps. grazie per il complimento, è un onore riuscire a trasportare qualcuno con me scrivendo!

      Elimina

:) Grazie per aver commentato! Rispondo sempre con piacere :)

Etichette

Viaggi consigli di viaggio Italia Genova Liguria riflessioni Europa viaggi con bambini viaggiare idea-weekend food Germania attualità idea weekend Berlino Diari di Viaggio Hotel Riviera Romagnola Calabria Francia Life Spagna Racconti di viaggio Alluvione Genova Amsterdam Dublino Irlanda Messico Olanda Sicilia Veneto mare rollidays #italiantreasures Acquario di Genova America I vostri racconti di viaggio Mercatini di Natale Scozia Trentino recensioni ristoranti viaggio #ITBMRoma Birreria Budapest Capodanno Comunicazione Edimburgo Emilia-Romagna Fuerteventura Parigi Ungheria dove mangiare a Genova idea-regalo interviste sardegna sostenibilità #bimforkids #invasionidigitali #mercatinocanale #mercatinorango #vadoaviverea Africa Bellaria Igea Marina Canarie Isola d'Elba Lavoro Libri Lisbona Londra Piemonte Portogallo Roma Socialità.entusiasmo Svizzera TAXI GENOVA Toscana assicurazioni di viaggio camillalamiamicia montagna ricordi di viaggio travelbloggersmeeting #gardatrentino Asia Borgo san Giuliano Claviere Corralejo Costa Rica Cracovia Croazia Dachau Djerba Egitto Fabbrica di cioccolato Finale Ligure Glasgow Highlands Ibiza Imperia Kenya Lazio Malosco Marche Maremma Montgenevre Nord Europa Normandia Nuova Zelanda Oceania Oktoberfest Genova Polonia Portofino Praga Prato Nevoso Puglia Repubblica Ceca Riviera Maya Salento Salone Nautico Internazionale di Genova Sharm el Sheik Slow Fish Tulum Tunisia UK Viaggi da sogno Zaanse Schans babywearing crociera essere studenti-lavoratori fiordi i "vostri" viaggi in Scozia i vostri racconti di viaggio in India lifestyle macchine fotografiche mobilità e trasporti rolliambassador

Follow by Email

Instagram